Working Student

30marzo 24.jpg

Giornate piene e intense dal ritorno dalla Fiera di Parma ad oggi.

Ho scelto di fare esperienza di working student al Lischeto Ranch (Staffoli, Pi), dove Sergio e Simona, che mi sopportano ormai da anni, fanno equitazione naturale con metodo Parelli. Si tratta di un’esperienza completa che non è solo imparare qualcosa in più sui cavalli, ma è imparare a essere e a stare coi cavalli. Il lavoro di maneggio permette di vedere le facce che ogni cavallo fa quando ha fame, quando è impaziente di uscire, quando entri nel suo paddock per pulire. Ognuno ha le sue abitudini: ci sono cavalli precisi e abitudinari e altri più disordinati, che a sistemare le loro zone ci vuole un pò più tempo; cavalli che amano stare in gruppo e c’è chi invece non vuol nessuno intorno, accucciando le orecchie ogni volta che un altro compagno si avvicina.

Si lavora a ritmi precisi e ci sono sempre un sacco di cose da fare. A dar retta, non si lavorerebbe mai coi cavalli stessi. Invece il tempo si trova eccome, per fare esercizi di relazione, per imparare la sincronia, per camminare insieme senza bisogno di troppi gesti o indicazioni. Ciascuno sulle proprie gambe, il lavoro basilare si fa da terra ed io a quello step sono ancorata.

La giornata inizia alle 6.00 e si conclude alle 20.00, poi ovviamente ci sono gli animali a casa che aspettano e una cena si deve pur mettere in tavola. La stanchezza è fisica, la sera non c’è altro che qualche muscolo indolenzito, assieme a sensazioni di soddisfazione e rilassamento.

Si impara molto nel working student. Si riscopre l’attività fisica, quella vera, non come quella mirata e selezionata che si fa in palestra, ma quella che coinvolge tutto il corpo e la sua funzionalità complessa. Per alcuni lavori, come svuotare una carretta salendo in equilibrio su una pedana di legno stretta, ci vogliono equilibrio, stabilità, velocità di azione. Per altri, come il camminare insieme ai cavalli, occorre coordinazione motoria, basta una zona muscolare più rigida e un’andatura più traballante e il cavallo ottiene da noi indicazioni involontariamente errate rispetto a ciò che volevamo comunicare. La consapevolezza della propria fisicità è un bel regalo di questa esperienza. Poi ci sono la resistenza e la flessibilità, si lavora con tutte le condizioni meteo e si deve essere capaci di svolgere lavori diversi: da sistemare le aree dei cavalli, a rimettere a posto una serra, a distribuire fieno nel modo corretto. Infine, se pur stanchi, ci si allena anche emozionalmente e mentalmente: i cavalli hanno sempre tanto da insegnarci, mentre, in libertà o connessi con una semplice corda, lavoriamo con loro.

Che dire …. giornate intense dove c’è poco tempo, purtroppo, per raccontare tutto, ma che lasciano proprio un condensato di conoscenze e consapevolezze che nel tempo sarà bello condividere.

In questi giorni Sergio ha finito un importante corso istruttori in Colorado, iniziato a Giugno, con Pat Parelli. Martedì torna a casa, la settimana che da domani inizia porterà festeggiamenti. Complimenti a lui e tutti coloro che con impegno realizzano i propri sogni!

Per chi volesse saperne di più su Lischeto Ranch e sul working student …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...