Di cosa parliamo quando parliamo di Relazione Specchio®?

IoSaphi Lischeto.JPG

Parliamo di Relazione Specchio® ogni volta che entriamo in contatto con qualcosa di esterno a noi, ambiente o individui, e ci troviamo di fronte elementi cui non sappiamo dare risposta, poiché appartengono non all’interazione con l’altro ma al “non conosciuto” e/o “non accettato” dentro di noi.

Possiamo utilizzare la citazione di Marshall Rosemberg come riassunto del concetto:

“Gli altri sono solo stimolo per ciò che sentiamo, mai la causa”.

Probabilmente sembra difficile da comprendere e/o accettare poiché veniamo educati a strutturare il pensiero in modo completamente diverso, a cercare “fuori” da noi le risposte ai “perché”. Nessuno ci insegna neanche che il cervello dirige e guida le nostre scelte e le nostre azioni in base alle informazioni a cui diamo più attenzione. Così, qualunque cosa (bella o brutta, positiva o negativa, utile o inutile, ecc) a cui pensiamo più di altre sarà quella che il cervello si attiva per incontrare o produrre.

Ma partiamo dalle basi:

Cosa intendiamo per Relazione? L’influenza, lo scambio, che emettiamo verso altro/i e che riceviamo da altro/i.

Cosa intendiamo per Specchio? I meccanismi di proiezione e percezione, ovvero le attività basilari del sistema nervoso (di qualunque specie) che elaborano le informazioni. La mente ricorda tutto ciò che è legato ad un’emozione, nostra e di altri, e crea memorie, sottoforma di immagini e/o credenze. Tali memorie stanno alla base di processi decisionali, di azioni o reazioni. Un esempio banale sono l’esternazione di approvazione e disapprovazione, largamente influenti su tutti gli animali sociali (essere umano compreso quindi).

Detto questo, capire quale Relazione Specchio®, ovvero quale proiezione e percezione abbiamo delle situazioni con altri individui, il tipo di scambio che si genera, permette di arrivare ai perché esistono incomprensioni, disagi, conflitti, collaborazioni e molto altro. E rappresenta il punto di partenza per l’apertura di opportunità e possibilità di volgerli all’efficacia, ovvero al generare emozioni gratificanti e al raggiungimento di obiettivi desiderati. Non si tratta affatto di cadere nel senso di colpa, ma di liberarsene e se dovesse mai capitarvi che, lavorando su voi stessi, altri vi facciano sentire in colpa, sappiate che non siete di fronte ad un professionista competente per la relazione.

Alcuni esempi di Relazione Specchio®:

– comunicazione inefficace: ciò che diciamo viene compreso e/o intrepretato in maniera diversa rispetto a ciò che abbiamo detto (o volevamo dire)

– collaborazioni stressanti: che sia sul luogo di lavoro o in ambito casalingo, ci sono individui con cui dobbiamo interagire che generano costante malessere

– incomprensioni con gli animali: le caratteristiche specie-specifiche contano molto e ancor più quando devono essere mediate ed integrate in contesti di vita umana. Gli animali ci danno, con i loro comportamenti, la risposta alle domande che noi gli poniamo e alle richieste che gli facciamo … spesso inconsapevolmente. Pat Parelli afferma “il cavallo ti dà la risposta, se non ti piace, cambia la domanda”

– noi e il nostro corpo: sintomi fisici ricorrenti, stanchezza generale, stati emotivi appiattiti, ansia ricorrente, a cui non troviamo rimedi risolutivi.

Ogni situazione cambia nel momento stesso in cui cambia la direzione della nostra attenzione. Ciò è possibile acquisendo informazioni e conoscenze su noi stessi, con cui naturalmente creeremo altre risposte, altre soluzioni, altre situazioni.

Faticoso? Solo apparentemente, è molto peggio vivere in compagnia di costanti stati d’animo di malessere, in situazioni spiacevoli e incomprensibili di cui non troviamo soluzione.

Paura del cambiamento? Non so voi, ma a me spaventa molto di più smettere di sentirmi viva, spegnermi giorno dopo giorno; alzarsi ogni mattina e pensare “oh no, si ricomincia”. E so cosa significa perché l’ho provato, credendo di non poter cambiare nulla, di “dover” rispondere a tutta una serie … di credenze, svanite non appena ne ho preso coscienza. E da lì la mia vita è cambiata. E lo vedo anche nella vita di altri, soprattutto nelle enormi trasformazioni che riescono a fare gli animali appena noi modifichiamo alcuni nostri atteggiamenti e pensieri.

Per rendere comunque il processo di conoscenza un viaggio piacevole ho creato un sistema divertente, creativo, basato sulle esperienze condivise: il SEA. Conoscersi può essere una gradevole scoperta e se non si dovesse arrivare dove ci si era prefissati, almeno avremo incontrato cose nuove.

La mia specializzazione è sulla relazione con individui animali ma so prendermi cura anche delle relazioni tra individui umani. Poiché siamo tutti connessi e collegati dalla matrice della vita.

Oggi lo affermano sia le neuroscienze che la fisica quantistica, tutto è percezione e proiezione e ogni individuo è collegato ad altri, tanto da poter dire che esiste una connessione globale.

“Siamo qui perchè non c’è luogo in cui fuggire da noi stessi. Fintanto che non si accetta di vedere se stessi. Fintanto che non si accetta di vedere se stessi nei cuori e negli occhi degli altri, si fugge. Fintanto che non si permette agli altri di condividere i propri segreti, non ci si può liberare. Se si teme di rivelarsi agli altri, non si può scoprire nè se stessi nè gli altri: si è soli. Dove, dunque, se non qui, possiamo disporre di un simile specchio? Qui, insieme, possiamo finalmente rivelarci chiaramente a noi stessi, non come il gigante dei nostri sogni, nè come il nano delle nostre paure, ma come una persona che è parte di un tutto e ha il suo contributo da offrire. Su questo terreno, non più soli come nella morte, noi tutti possiamo mettere radici e crescere, e infine vivere: divenire persona tra le persone”
Richard Beauvais, 1964

Per chi vuol approfondire consiglio alcuni libri (oltre al mio sulla Relazione Specchio uomo-animale):

– “Percezioni” di Beau Lotto

– “Anatomia della Guarigione” di Erica F. Poli

– ” Tutti i colori dell’entanglement” di Bruno del Medico

Un pensiero riguardo “Di cosa parliamo quando parliamo di Relazione Specchio®?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...