La-Felicita-sul-comodino-1-1030x615.jpg

IL CUCCHIAIO DAL MANICO TROPPO LUNGO

di Alberto Simone (nel libro “La Felicità sul comodino”)

Un giorno, un sant’uomo si rivolse a Dio e gli chiese:

“Signore, mi piacerebbe sapere come sono il Paradiso e l’Inferno”.

Dio lo condusse davanti a due porte, ne aprì una e gli permise di guardare all’interno.

C’era una grandissima tavola rotonda. Al centro della tavola, un enorme recipiente contenente cibo dal profumo delizioso.

Al sant’uomo venne l’acquolina in bocca.

Le persone sedute attorno al tavolo erano magre, dall’aspetto livido e malato. Avevano tutte l’aria affamata. Avevano dei cucchiai dai manici lunghissimi, attaccati alle loro braccia. Tutti potevano raggiungere il piatto di cibo e raccoglierne un po’, ma poiché il manico del cucchiaio era più lungo del loro braccio, non potevano accostare il cibo alla bocca.

Il sant’uomo tremò alla vista della loro miseria e delle loro sofferenze.

Dio disse: “Hai appena visto l’Inferno”. Poi Dio e l’uomo si spostarono alla seconda porta. Dio l’aprì.

La scena che l’uomo vide era identica alla precedente: la grande tavola rotonda, il recipiente che gli fece venire l’acquolina, le persone intorno alla tavola avevano anch’esse i cucchiai dai lunghi manici.

Questa volta, però, erano ben nutrite, felici e conversavano tra di loro sorridendo.

Il sant’uomo disse a Dio: “Non capisco!”

“E’ semplice” rispose Dio ” Hanno imparato che il manico del cucchiaio troppo lungo non consente di prendere il cibo per se stessi, ma permette loro di darlo al proprio vicino. Così hanno imparato a nutrirsi a vicenda! Quelli dell’altra tavola, invece, non pensano che a se stessi …”

Inferno e Paradiso sono due luoghi simili: siamo noi a fare la differenza.

Ho voluto condividere questo racconto perché troppo spesso ci scordiamo che nutrire se stessi significa anche nutrire chi ci sta intorno. Le situazioni, le persone, le relazioni, che viviamo sono ciò che offriamo a noi stessi e con cui alimentiamo corpo e anima.

Relazione Specchio è anche sui social: se ti va, segui e condividi! : )
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube
YouTube
Instagram