Questo periodo di quarantena, passato il primo momento di destabilizzazione, ha incontrato un mio bisogno di tempo e spazio per metabolizzare tutta una serie di esperienze fatte e consapevolezze acquisite che erano latenti ma che non trovavo, appunto, il tempo di integrare in me.

Restavo quella che ero stata, senza accogliere ciò che già esisteva in me, presa dall’entusiasmo e dalla bellezza di ciò che facevo e dei programmi in corso.

In pratica, ero cristallizzata in una me entusiasta, ma ferma.

Aspettare mi ha permesso di integrare

Questo periodo ha creato in noi tantissime situazioni interiori (oltre che materiali, di difficoltà economiche, organizzative, ecc), tutte uniche e tutte da rispettare. Una pandemia, un periodo di totale sconvolgimento di ritmi e abitudini, non è cosa da prendere alla leggere o da giudicare con facilità.

Ci sono state professionisti e professioniste che stimo moltissimo, come Daniela Lucangeli e Erica Poli, che hanno dato, a mio parare, grande contributo nel condividere riflessioni e possibilità di vivere questo periodo (allego alcuni link in fondo all’articolo).

Ma poi ognuno sa di sè.

Il mio contributo

Con questo articolo voglio dare il mio contributo, attraverso la semplice condivisione di ciò che ha prodotto in me questo spazio di pausa,di riflessione, di congelamento di programmi. Questo spazio che è separazione da affetti e amici, che è lasciar andare progetti, che è stare con me stessa, che è esplorare in me risorse creative per superare il momento.

Ciò che di più significativo è avvenuto in me è la definitiva maturazione della consapevolezza che, per realizzare noi stessi e i sogni che incarniamo, sia semplicemente necessario lasciarci agire e lasciarli agire in noi. Che siamo già tutto ciò che sogniamo, basta solo abbandonare controllo e programmazione per liberarci di molte situazioni di frustrazione e sofferenza.

Essendo una riflessione ampia e volendola offrire come la mia esperienza (non come verità universale), ho creato un video e un pdf. Il video vuol dare modo di percepire tono e spirito con cui condivido, le parole scritte invece raccontano, o cercano di raccontare, quel che di importante è accaduto in me, ciò che da ora in avanti guiderà le mie scelte.

Ho la percezione che sia possibile accada anche in altre persone, a generare benessere e una maggiore presenza nella propria vita.

Vi consiglio di vedere prima il video e poi di cogliere dal pdf ciò che può essere stimolante e utile al vostro percorso.

 

Alcuni link utili e interessanti:

– DANIELA LUCANGELI

– ERICA POLI

– ERICA POLI

Relazione Specchio è anche sui social: se ti va, segui e condividi! : )
Follow by Email
YouTube
YouTube
Instagram